Epilatore: come utilizzarlo?

epilarsiEpilarsi, a differenza di depilarsi, può provocare qualche dolorino da non sottovalutare: nel caso in cui si soffra di follicolite, è importante consultare il proprio medico ed evitare sia rasoi che epilatori. Premesso ciò, passiamo alla domanda più fatidica: quanto si soffre utilizzando l’epilatore? Un po’, è innegabile. Ma questo non vuol dire che automaticamente l’epilatore debba esser considerato uno strumento del male: esistono trucchetti molto utili da poter utilizzare per lenire il fastidio.

Di per sé le case produttrici inseriscono accessori quali testine massaggianti, getti d’aria lenitivi, trattamenti refrigeranti e altri strumenti ottimi: il dolore, comunque, è un fattore soggettivo, pertanto, prima di pendere dalle labbra delle proprie amiche, con i loro consigli e pareri, è sempre meglio provare.

Per una giusta epilazione, è importante per prima cosa tendere al massimo la pelle da trattare, specialmente delle zone più delicate: non facendolo, c’è il rischio che la pelle venga agganciata inavvertitamente alla testina. Non è così doloroso come potrebbe sembrare, ma è spiacevole senza dubbio.

Acquistando un epilatore Wet & Dry, sarà possibile sfruttare l’azione dell’acqua calda, la quale tende a far dilatare naturalmente i pori della pelle, rendendo l’epilazione più veloce e meno dolorosa. Nel caso del Wet & Dry, l’epilatore può essere utilizzato direttamente sotto la doccia o dentro la vasca: qualora fossimo in possesso di un modello non dotato di questa tecnologia, è importante procedere con l’epilazione a seguito di una bella doccia calda.

epilatore wet dryMetodi più immediati per lenire il dolore comprendono il soffiare sulla zona da epilare o già epilata o l’utilizzo di un po’ di ghiaccio avvolto in un panno, che funzioni da anestetizzante. In commercio si possono trovare creme che svolgono la stessa funzione del ghiaccio, ma ne consigliamo l’acquisto soltanto alle persone con una bassissima soglia del dolore. È possibile, inoltre, sfruttare il piacere di un po’ di buona musica di sottofondo, magari rilassante, in modo che la mente non sia focalizzata soltanto sul dolore.

Per epilarsi correttamente, è importante che i peli abbiano una lunghezza di almeno 5 mm: la pelle deve essere curata e priva di sostanze oleose o a base d’alcool sulla superficie. Qualche giorno prima di procedere con l’epilazione, una bella esfoliazione è sicuramente consigliata: in questo modo si andranno ad eliminare tutte le impurità e le cellule della pelle morte, prevenendo, inoltre, la comparsa di peli incarniti.

Una volta trattata la zona (ricordiamo che l’epilatore deve essere utilizzato sempre contropelo), potrebbero formarsi zone un po’ arrossate delle quali non bisognerà preoccuparsi: queste tenderanno a sparire in poche ore! La pelle avrà bisogno di essere idratata con creme specifiche o rimedi naturali: l’olio di oliva, la camomilla e l’aloe vera, sono campioni di idratazione! Prendersi cura della propria pelle con costanza, ammorbidirà i tessuti e migliorerà sicuramente l’epilazione, che diventerà meno problematica e meno dolorosa.

L’epilatore potrà così diventare il nuovo migliore amico che stavamo cercando: basta solo essere pronte a conoscerlo, senza troppi pregiudizi ma con tanto entusiasmo!