Ecco come mi rimetto in forma per l’estate

Ieri ho dovuto guardare in faccia la realtà. Avevo già dei sospetti, ma non volevo ammetterli. Alla fine però ho ceduto, prendendo coscienza della verità.
Ho sempre evitato di guardarmi allo specchio. Ma il momento della resa dei conti è arrivato.
Sono ingrassato.
Ho messo su qualche chilo di troppo, e mi è cresciuta anche una certa pancia. Risulta abbastanza pronunciata.
Mi sono un po’ lasciato andare ai peccati di gola l’inverno appena trascorso, però l’ho fatto volentieri.
Ma ora che arriva l’estate e nel tempo libero, per le vacanze, andrò al mare, credo che sia necessario chiudere un po’ la bocca e rimettersi in forma.

Non ho però molto tempo per andare in palestra, né per uscire a camminare o correre fuori, per strada.
Tanto vale utilizzare una mezz’oretta – forse anche oretta – di quel poco tempo che ho a disposizione, sudando in casa.
Quindi rispolvero i miei vecchi attrezzi da palestra.
Primo fra tutti il tapis roulant. Per correre in casa e sudare gli eccessi non c’è nulla di meglio. Regolare velocità e pendenza rende questo strumento utile al mio scopo. Tramite la sua interfaccia computerizzata posso scegliere le caratteristiche della corsa e l’immaginario terreno (salita, discesa, normale) che più mi aggrada.
Questa soluzione tecnologica ed innovativa di allenamento tra le mura domestiche, per chi ha poco tempo, permette di allenarsi in modo sicuro, divertente ed efficace. Quel suo sistema di ammortizzazione poi evita che nello sforzo profuso mi possa far male con dei microtraumi dovuti a scarpe non propriamente idonee.

Ho deciso! Comincio a correre! Imposterò prima un percorso semplice di pochi minuti, poi pian piano aumenterò velocità, pendenza, distanza percorsa e minutaggio, per misurare i miei progressi, sia a livello di resistenza che di fatica, ma soprattutto osservando il risultato sul fisico e sulla bilancia. Controllerò tramite il solito schermo computerizzato le calorie bruciate di volta in volta e la frequenza cardiaca sotto sforzo.

Ricordo che quando decisi di comprare questo grande attrezzo per allenarsi a dovere, la prima cosa che mi rimase impressa è stata quando il rivenditore mi disse che una corsa specifica su quel nastro regolabile, seguendo dei particolari programmi di allenamento preimpostati che variano intensità e sforzo, mi avrebbe permesso di consumare, in un’ora di corsa, più calorie ed energie rispetto ad un’ora di nuoto o di bicicletta.
Non volevo crederci all’inizio, ma poi mi sono reso conto che in effetti era vero.

Il prezzo, mi ricordo, era un po’ elevato, ma ho voluto comprare il meglio, cercando un prodotto posto nella fascia qualitativa medio-alta. E avere il meglio vale sempre la pena.

Certo, correndo su quel nastro trasportatore con velocità regolabile non ho modo di godermi l’aria fresca e il panorama che offre una corsetta per le strade del paese, talvolta anche impervie, però resta il fatto che, se manca il tempo, questo strumento è essenziale.
Posso comunque sempre guardare un po’ di tv, o un film mentre corro.

Bene! Non mi resta che scegliere il film!

Michele Ceccarelli

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)