Piastre per capelli, piastre per tutti!

Capelli, che passione! Ogni donna sa che arriva puntualmente il giorno in cui è necessario combattere la battaglia contro una chioma apparentemente indomabile: quel giorno, poi, ha sempre la facoltà di coincidere con un’agenda sempre pienissima di impegni e appuntamenti, magari di lavoro, per i quali c’è sempre bisogno di essere al top. E quando si ha letteralmente un diavolo per capello, trovare la giusta concentrazione per affrontare la giornata, rischia di diventare una rincorsa sfrenata verso una terribile utopia.

piastrare-i-capelliEcco che, in nostro soccorso, puntualmente arrivano le piastre per capelli, le guerriere numero uno per combattere l’umidità e il crespo delle nostre chiome. Tendenzialmente, la piastra per capelli è uno strumento molto caro alle ragazze con capelli mossi o piuttosto ricci: cambiare è nel DNA di ogni donna e i capelli, certamente, non sempre possono ringraziarci per le sedute dal parrucchiere durante le quali colore e taglio vengono irrimediabilmente stravolti.

Sfruttando, con parsimonia, le potenzialità di una buona piastra per capelli, sarà possibile stravolgere la forma, ma non il “contenuto”: i capelli, se tinti troppo spesso, rischiano di rovinarsi e bruciarsi. E un taglio, lo sappiamo tutte, può trasformarsi nel peggiore degli incubi, non appena tornate a casa, di fronte al giudizio impassibile dello specchio.

La piastra, grazie alle sue potenzialità e funzionalità, può, dunque, cambiare l’aspetto dei nostri capelli senza farlo in maniera veramente drastica. Come? Sfruttando il calore!

È sicuramente consigliato affidare i nostri capelli a delle piastre buone, piuttosto che a degli strumenti un po’ scadenti ma a buon mercato: i modelli superiori, infatti, garantiscono una temperatura sempre costante e impostata per far sì che i capelli non siano rovinati con l’andare del tempo. Le dimensioni, poi, contano: in base alla lunghezza dei propri capelli, è importante considerare anche la portata della piastra che andremo ad acquistare. Per esempio, chi ha i capelli molto lunghi dovrebbe tenere a mente due differenti modalità di valutazione della piastra da acquistare: una piastra molto larga, velocizzerà sicuramente la lisciatura, ma non consentirà di ondulare o smuovere i capelli nel caso in cui se ne senta il bisogno, per dare un po’ di movimento alla chioma.

Tra le piastre migliori in commercio, sicuramente quelle agli ioni rappresentano il top: grazie alla funzione degli ioni negativi, i capelli risultano subito meno elettrici, più setosi e soprattutto molto più luminosi. Combinando gli ioni alla ceramica, si darà un taglio anche ai consumi, andando a migliorare notevolmente la distribuzione di calore: sarà più omogenea e migliorerà, a lungo andare, la salute del capello, donando lucentezza e splendore.

Che dire poi della temperatura? È fondamentale per salvaguardare la salute dei propri capelli. Per esempio, una temperatura più elevata è da prediligersi nel caso di capelli molto folti e mossi, mentre le chiome lisce, con capelli sottili e non troppo forti, dovrebbero essere trattate con sessioni di stiratura – o “ondulazione” – a temperatura sempre inferiore ai 200 °C.

Scegliere la giusta piastra, farà la differenza per scegliere la giusta acconciatura!

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)